Prestiti cambializzati a Roma

Prestiti cambializzati a Roma: di che si tratta e come richiederli

I recenti periodi di crisi economica e scenari macroeconomici traballanti hanno portato gli istituti di credito e le società finanziarie a creare nuove tipologie di prestito, in modo da allargare la clientela anche a coloro che, un tempo, non avrebbero potuto avere accesso alle forme di prestito tradizionali.

Tra questi metodi rientra senza dubbio quello del prestito cambializzato. Quest’ultimo si serve, come da nome, della cambiale, ovvero di un titolo di credito che attribuisce al suo legittimo possessore il diritto a ottenere il pagamento della somma indicata, nella scadenza e nel luogo che sono previsti da essa e dunque in tempi decisamente più rapidi rispetto ad altre forme di prestito più comuni.


Annunci prestiti da privati: https://prestito-tra-privati.it
Forum prestiti tra privati: https://finanziatoriprivati.it
Blog: https://prestiti-con-cambiali.it

In questo articolo vedremo dunque che cos’è nello specifico un prestito cambializzato, i requisiti e i passaggi da compiere per richiederlo e, infine, i principali istituti di credito situati a Roma presso i quali è possibile richiederne uno.

Che cos’è un prestito con cambiali

Partiamo dalle basi: che cos’è un prestito cambializzato?

I prestiti con cambiali sono delle particolari tipologie di prestito non finalizzato, per il quale non è cioè necessario specificare la ragione per la quale è stato richiesto, e rimborsati tramiti cambiali da pagare mensilmente.

Come abbiamo già detto, una cambiale è un titolo di credito che permette al suo possessore di ottenere il denaro desiderato in modo pressoché immediato, e allo stesso modo ai creditori di ottenere il soddisfacimento del debito contratto in tempi più rapidi, ovvero entro la scadenza indicata sul titolo. La normativa riguardante le cambiali è sancita dal Regio Decreto 14 Dicembre 1933 n. 1669, in particolare all’articolo 1, dove vengono chiariti gli elementi che devono essere contenuti in una di esse.

Sulle cambiali va imposto un bollo, vengono emesse tramite tratte o “pagherò” e devono dunque essere firmate e compilate. Inoltre, l’importo da pagare è fisso e le rate costanti.

Tuttavia, ciò che ha contribuito alla diffusione di questo particolare tipo di prestito è la sua facile accessibilità, oltre al fatto che, a differenza dei prestiti offerti dalle banche tradizionali, le cambiali permettono di rimborsare più rapidamente ai creditori le somme prestate.

Prestiti cambializzati a Roma

Ma non solo, a venire incontro ai debitori c’è anche la maggiore elasticità di questi pagamenti, dal momento che è possibile, poco prima della loro scadenza, rinnovare le cambiali posticipando la data di rimborso previo ovviamente un accordo tra entrambe le parti in causa. Bisognerebbe comunque tenere conto del fatto che, per quanto posticipare la data di pagamento potrebbe aiutare sul breve periodo, più si posticipa maggiori saranno gli interessi da versare.

Inoltre, bisogna sempre assicurarsi di essere in grado di pagare le rate mensili, dal momento che con il mancato pagamento di anche solo un’unica cambiale si potrebbe rischiare di venire protestati. Ciò ovviamente porterebbe con sé diverse conseguenze negative, tra cui l’impossibilità di finanziamenti futuri.

Le somme che è possibile richiedere con un prestito cambializzato vanno in genere da un minimo di 1.500  ai 50.00 euro, mentre la durata del rimborso va da uno ad un massimo di dieci anni, a discrezione dell’istituto finanziario.

Quali sono i requisiti per ottenere un prestito cambializzato?

Abbiamo già sottolineato la maggiore accessibilità dei prestiti con cambiali, se messi a paragone con le forme di prestito personale delle banche tradizionali ma, andando nel concreto, quali sono i requisiti per ottenerne uno?

La verità è che praticamente chiunque può richiedere questa forma di finanziamento, ma la loro peculiarità sta nel fatto che possono essere erogati anche a coloro che non hanno la possibilità di richiedere un prestito personale in banca. È il caso dei soggetti cosiddetti cattivi pagatori (ossia chi non è riuscito a far fronte al rimborso di una o più rate di un finanziamento così come stabilito nei termini del contratto) e dei protestati (chi si è rifiutato di pagare o accettare il titolo di credito presentato da un debitore) che, nonostante non possano rivolgersi ad una banca per richiedere un prestito, possono comunque ottenerne uno con cambiali presso un istituto di credito.

I requisiti per poterne fare richiesta potrebbero variare, ma in genere gli istituti possono richiedere dei titoli come forma di garanzia, come ad esempio un Tfr (Trattamento fine rapporto) se si è lavoratori dipendenti; Certificazione Unica o Modello 730 nel caso di lavoratori autonomi o titolari di partita IVA; cedolino della pensione nel caso di pensionati; eventuale presenza di un garante che attesti, con firma, l’affidabilità economica del richiedente.

Prestiti cambializzati a Roma

Per chi risiede a Roma e provincia, sono diverse le realtà che offrono a chi ne ha bisogno la possibilità di usufruire dell’erogazione di un prestito cambializzato. Dunque vediamo nel dettaglio quali sono questi istituti:

FinMedia: situato in via Assoro 45, propone, tra i vari servizi offerti, anche l’ottenimento di prestiti con cambiali a chiunque risieda all’interno della regione Lazio. Presso la loro sede, è possibile ottenere un preventivo personalizzato, bastano pochi minuti e potrete ottenere il vostro prestito con cambiali.

Credito Veloce Spa: istituto finanziario con sede a Roma in via Giuseppe Ferrari 35. Offre prestiti cambializzati e finanzia anche cattivi pagatori non protestati, nel caso in cui il protesto riguardi il mancato pagamento di precedenti cambiali. Eroga da 2.000 a 5.000 euro al massimo pagabili da 3 a 36 mesi. È disponibile anche un sito web dell’agenzia dove è possibile ricevere tutte le informazioni necessarie.

King Prestiti: questa finanziaria non ha tecnicamente la sua sede a Roma, ma non è affatto un problema. Propone infatti dei finanziamenti via internet in tutta Italia in modo semplice e veloce. Le tempistiche per l’accettazione della pratica si aggirano infatti tra i 10 ed i 15 giorni, con somme che vanno tra i 2.500 ai 31.000 euro da rimborsare in rate costanti in un arco di tempo che va dai 12 ai 120 mesi.

4Credit Srl: si tratta anche in questo caso di una società finanziaria che non ha la sua sede fisica a Roma, ma che offre l’erogazione di prestiti con cambiali in tutta Italia grazie alla sua piattaforma web a dipendenti, pensionati, autonomi e persino a cattivi pagatori. È possibile richiedere un preventivo gratuito e ricevere in poco tempo il proprio prestito.

E queste sono soltanto alcune delle principali soluzioni nel caso in cui sia necessario richiedere un prestito cambializzato a Roma. Abbiamo deciso di fornire i nomi non solo di società con sede fisica nella Capitale, ma anche agenzie che operano online, dal momento che in alcuni casi offrono soluzioni estremamente vantaggiose e costituiscono in ogni caso un’opzione valida.

Come richiedere un prestito cambializzato a Roma?

Chiariti i principali erogatori di prestiti con cambiali, consigliamo di prendere in considerazione più preventivi in modo da scegliere quello migliore per la propria situazione.

Dunque, una volta individuata l’agenzia alla quale rivolgersi, è possibile fare domanda per il prestito. Alla propria domanda sarà ovviamente necessario allegare una copia del proprio documento d’identità e codice fiscale, oltre ad una serie di documenti che, come spiegato precedentemente, possono variare a seconda della propria posizione, come una copia del Tfr nel caso in cui si è un dipendente pubblico o la firma di un garante che attesti la propria affidabilità economica.

In ogni caso, l’agenzia di vostra scelta indicherà tutti i documenti essenziali per portare a termine la domanda.

 



Contatto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *